• RSS
  • youtube
Home  -  News  -  Politica  -  L'orgoglio napoletano di Cannavaro: Sono ricco perché me lo merito

L'orgoglio napoletano di Cannavaro: Sono ricco perché me lo merito

Guadagno tanto? Certo, però è un problema solo per chi mi invidia. Sono un sex symbol? Vero, ma non tradirei mai mia moglie. Mi insultano perché napoletano? Ne vado orgoglioso. E agli ultrà che lo contestano dice: l’affare lo ha fatto la Juve. Il "Muro di Berlino" parla a tutto campo. I VIDEO della Rete su Fabio Cannavaro

L'orgoglio napoletano di Cannavaro: Sono ricco perché me lo merito  L'orgoglio napoletano di Cannavaro: Sono ricco perché me lo merito

Tag:  calcio Fabio-cannavaro Gomorra Juve napoletano

di Fabrizio Paladini

Ora che l’amico del cuore Ciro Ferrara è diventato il suo allenatore, il "Muro di Berlino" passerà anche per raccomandato.

Strano il mondo del calcio: Paolo Maldini viene fischiato dai suoi tifosi nella partita d’addio e anche per Fabio Cannavaro si preannuncia una stagione non facile tra gli ultrà della Juventus dove torna a giocare dopo l’esperienza di Madrid.

Sì, perché non basta avere vinto il titolo mondiale (qui il VIDEO ), non basta essere capitano della Nazionale, non basta essere stato consacrato miglior giocatore d’Europa con il Pallone d’oro (qui il VIDEO ). I tifosi più rumorosi lo accusano di essere scappato dalla Juve dopo Calciopoli, lasciando la squadra in serie B, preferendo la ribalta internazionale del Real: non vedono di buon occhio il suo rientro a Torino. Ma Cannavaro, da buon napoletano, dice che "tutto si sistemerà".

In questi giorni è uscito per la Mondadori La mia storia, dai vicoli di Napoli al tetto del mondo dove il bel Fabio ripercorre tutte le tappe, dalle battaglie tre contro tre per strada quando aveva 5 anni alla notte di Berlino 2006, passando per famiglia, amore, compagni, allenatori, errori, soldi e gloria.

Ferrara allenatore, lei casca sempre in piedi...

È successo tutto dopo la mia decisione di tornare: giuro che non c’entro niente. Lui ora è il mio mister prima di essere un amico e non sarò un privilegiato.

Ma questo gioco non l’annoia?

Per fortuna no, giocherò finché mi fanno contratti.

Al Real non è andata benissimo quest’anno.

È stata dura: cambio di presidente, di allenatore, infortuni. E secondi dietro un Barcellona stratosferico.

La verità sul mancato ritorno al Napoli?

Purtroppo non c’è stato niente, nessun contatto, ma solo un presidente che diceva che ero troppo vecchio.

L’ha ferita questa cosa?

Se uno è capitano della Nazionale, pallone d’oro e titolare nel Real Madrid, ma è troppo vecchio per il Napoli, che posso dirle? Peccato, però.

E la verità sul ritorno alla Juve?

La Juve andò in serie B , e non fu per colpa dei giocatori. Il mio passaggio al Real fu deciso insieme alla società e se ne andarono in molti. Ora torno a parametro zero, guadagno meno di prima e la Juve ha incassato i soldi della mia cessione. Direi che per loro è stata una operazione conveniente.

Sì, ma i tifosi?

Capisco l’amarezza dei tifosi quando uno se ne va.

Ma quelli che fischiano Maldini (qui il VIDEO ) e fanno i cori contro di lei non le sembrano un po’ imbecilli?

Se noi cambiamo squadra, siamo considerati mercenari, ma se la società ti manda via, allora va tutto bene.

In Spagna i tifosi mai si sognerebbero queste cose.

Ci sono pure lì. Quando Luis Figo passò dal Barcellona al Real gli fecero trovare una testa di maiale in campo.

Molti sportivi accusano voi calciatori di allenarvi poco, faticare niente e guadagnare troppo.

L’invidia è una brutta bestia. Io sono un atleta e non vado certo a guardare quelli che guadagnano più di me.

Beh, non sono in molti a guadagnare più di lei.

È il mercato: la formula uno, l’Nba, il tennis sono sport che hanno un grande business e si guadagna molto. Il calcio piace e i calciatori guadagnano quello che il fenomeno permette. Di certo non andiamo con la pistola puntata dai presidenti. Loro hanno un budget e in base a quello fanno la squadra e stabiliscono i compensi.

Va bene, guadagnate quanto possibile, ma a volte non avete atteggiamenti un po’ esagerati in campo?

Sì, a volte dovremmo comportarci diversamente, a cominciare dalla ressa ogni volta che l’arbitro fischia un fallo. Pensi a quello che è successo tra Torino e Genoa all’ultima giornata. Uno spettacolo penoso.

I campioni fuggono dalla serie A, lei torna per chiudere la carriera?

Torno perché sono italiano, a 35 anni non avevo voglia di fare altre esperienze: avrei potuto andare in Russia, negli Stati Uniti, in Inghilterra...

Il suo libro è un po’ ruffiano, parla bene di tutti tranne che di Zinédine Zidane, possibile?

Ho detto che in campo Zidane non mi piaceva come avversario perché era scorretto e quanto successo alla finale lo dimostra. Per il resto non sono ruffiano, ma davvero sono portato ad avere buoni rapporti con tutti.

Chi è il più forte che ha visto giocare?

Maradona extra concorso. Poi Ronaldo, Thuram, Buffon, Ferrara. Maldini e Del Piero.

L’italiano più forte di sempre?

Roberto Baggio era uno spettacolo.

Il giovane più promettente?

Mi piace Davide Santon, non solo come calciatore: ha proprio una bella testa, un bell’atteggiamento. Uno che è così a 18 anni sarà un campione.

Il miglior amico?

Direi Benny Carbone, Fabio Pecchia, Ciro Ferrara, Lilian Thuram e Gianluigi Buffon.

La maggior delusione?

Forse Antonio Cassano al Real Madrid. Lui ha qualità pazzesche e non le ha sfruttate in quella società.

Uno incompreso?

Vincenzo Montella.

Il più scorretto?

Un francese che ha vinto il mondiale nel ’98: Stéphane Guivarc’h, attaccante.

Cosa le fa saltare i nervi in campo?

Ne ho date e prese tante, mi sono scusato e ho accettato le scuse, ma una cosa che proprio non tollero è lo sputo.

Frasi sui familiari?

Se me le dicono, ricambio.

Frasi razziste?

Ci ho fatto il callo. "Napoletano di m..." è talmente frequente che non mi fa quasi più effetto. Sono fiero di essere napoletano e lo sarò sempre.

Chi è il presidente che ogni giocatore vorrebbe avere?

Direi Massimo Moratti.

Perché spende e dà un sacco di soldi a tutti?

Non solo per i soldi. È un presidente che vive molto la squadra e lo spogliatoio. A volte anche troppo.

Ha sempre difeso in qualche modo Luciano Moggi.

Era il mio dirigente e ho solo detto: aspettiamo di vedere se è colpevole, il tempo e i giudici lo stabiliranno.

Dal campo lei non si è mai accorto di niente?

Una squadra con Buffon, Cannavaro, Vieira, Trezeguet, Ibrahimovic, Nedved, Camoranesi, Del Piero ha bisogno dell’aiuto degli arbitri? Io ho giocato nel Real e anche lì c’era la sudditanza, come alla Juve. Ma la cupola che controllava tutto mi sembra una gran fesseria.

Con Ferrara ha creato una fondazione a Napoli.

Siamo due napoletani che sono usciti dalla strada e hanno avuto successo. Finanziamo e realizziamo progetti per aiutare i giovani più sfortunati. Perché Napoli non è solo rifiuti, corruzione, disoccupazione, camorra.

Lei disse che Gomorra non dava una bella immagine dell’Italia .

Io ho detto che il libro era bellissimo, che Roberto Saviano è un grande, che mi sarebbe piaciuto che il film avesse vinto l’Oscar, però mi auguravo che la Campania non diventasse come Corleone con la mafia. Questo ho detto, tutto il resto non è vero e il giornalista che scrisse una cosa inesatta mi ha chiesto scusa.

Pensa mai che lei, scugnizzo tra i vicoli, l’ha scampata bella?

Io ho vissuto nei Quartieri spagnoli. Ho respirato la realtà di Napoli: sì, sono stato fortunato e ho avuto una famiglia che mi ha seguito e insegnato valori importanti. Ma non mi sono dimenticato da dove vengo.

Lei è un sex symbol (qui il VIDEO ). Come si affrontano le fan?

Con un sorriso, ma sono sposato e si tengono a distanza.

Mai un tradimento?

Eh no, non si fa.

Mai una tentazione?

Sono tutto casa e campo.

È un santo, Cannavaro? Non picchia, non insulta, mai una tentazione...

I santi stanno in Paradiso.

E i suoi colleghi tutti discoteche e veline?

A 25 anni è giusto divertirsi. Non mi piacciono ipocrisia e moralismo. Certo, dopo una sconfitta non puoi fare le 5 all'Hollywood.

Adriano ha esagerato?

Ci vuole cervello. Io non mi sognerei mai, prima di una partita, di andare con mia moglie in discoteca, bere dieci birre e poi fare l'amore tutta la notte. Dopo, forse...

Per chi tifa?

Napoli, anche se non mi vogliono.

In campo, meglio furbi od onesti?

Meglio furbi. Ma senza barare. Furbo nel senso di capire prima quello che sta succedendo. In questo i vicoli di Napoli mi hanno insegnato molto.

Le simulazioni?

Mi danno fastidio.

Il simulatore piu grande?

Detto che e un maestro di tante altre cose, un calciatore bravissimo e una persona stupenda, penso che Pippo Inzaghi sia il piu bravo.

E nella vita? Meglio furbi od onesti?

Meglio onesti. Se no che cosa insegni ai tuoi figli?

La Nazionale di tutti i tempi.

Buffon in porta, Facchetti e Zambrotta sulle fasce. Io e Scirea centrali. A centrocampo Pirlo, Gattuso, Bruno Conti a sinistra e Angelo Domenghini a destra. Roberto Baggio e Gigi Riva in attacco.

La politica le interessa?

Mi interessa e la seguo. Mi da fastidio che l'opposizione di turno non segua il governo nelle cose che si fanno per la crescita e il bene dell'Italia.

Centrodestra o centrosinistra?

Centro.

Passioni: cibo?

Pizza, mozzarella. E in Spagna ho imparato a fare la carne alla brace.

Alcol?

Zero, nemmeno la birra.

Mai fatta una canna?

Da ragazzo si, ma non mi diceva granche.

Sesso?

Il sesso e una cosa importante.

Prima di una partita?

Io no.

L'astinenza pesa?

Quando sei in ritiro, pesa tanto.

Mai scappato da un ritiro per andare a fare l'amore?

No.

Ha mai fatto male a qualcuno deliberatamente?

No, pero ho fatto molto male involontariamente a Valon Berhami e Gaby Mudingay della Lazio. Mi e dispiaciuto molto, perche io, dentro, so' bbuono.

I VIDEO di YouTube su Fabio Cannavaro:

Germania 2006, Cannavaro alza la Coppa del Mondo

Il Pallone d'oro consegnato da Monica Bellucci a Fabio Cannavaro.

Fabio Cannavaro il più Sexy Del Mondo

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook

Speciali

Video Hot